Analogamente, l'etica buddista ha identificato i "Tre peccati capitali" - le emozioni della lussuria, la cupidigia e la collera - che possono essere interpretati anche come forme di desiderio. In questo caso, il desiderio mal indirizzato non è in armonia con la purezza e la libertà della natura del Budda. Le tradizioni cristiana e buddista hanno quindi interpretato l'etica religiosa come tentativo di armonizzare i desideri umani con un ideale spirituale25.

L'etica di Scientology si basa su una simile analisi della relazione tra la dissonanza e l'armonia nelle disposizioni d'animo dell'uomo. Questa analisi etica è chiaramente formulata nella Scala del Tono, che va da zero a quaranta, e che elenca le varie disposizioni spirituali da cui fluiscono le diverse qualità delle azioni. Nella parte inferiore della scala, le infime disposizioni d'animo - apatia e disperazione - sono così vicine alla morte che non forniscono nessuna base per l'azione etica. Leggermente più in alto si trovano le disposizioni quali paura, ira e ostilità che ostacolano la libertà necessaria per vivere una vita etica. Al livello seguente, si progredisce passando dal conservatorismo a forte interesse per la vita, fino a uno stato di allegria. A questo punto, diventa possibile la condotta etica. Ma la portata dell'azione etica aumenta in misura esponenziale nei successivi gradini della scala che comprendono l'entusiasmo, la partecipazione estetica e l'ilarità, per arrivare ai livelli più alti che rappresentano la fonte di tutte le azioni e la suprema serenità d'essere.

<~~Precedente~~       ~~Successivo~~>